Il CoHousing è uno stile di vita collaborativo, che valorizza i rapporti di buon vicinato per massimizzare la qualità della nostra vita.

I Cohousing sono luoghi composti da complessi abitativi in cui le abitazioni private sono integrate da servizi e ampi spazi comuni destinati alla condivisione; strutturati, progettati e validati dai cohouser stessi. Vivere in cohousing significa vivere secondo uno stile di vita qualitativo, in equilibrio tra la riservatezza e discrezionalità della casa privata e i vantaggi dei servizi e spazi condivisi ed individuali, per garantire una qualità della vita e un modello di inclusione sociale che riesca a portare alla luce le risposte più innovative del fabbisogno abitativo attualizzato.

Il Co-Housing non è un esercizio tecnico ma bensì culturale e rappresenta da oltre 50 anni un modello di riferimento in rapida e continua espansione nel panorama europeo. Nato in Danimarca, si è diffuso ben presto ed evoluto nel resto dei Paesi Scandinavi, Germania, Francia, Olanda Inghilterra, Stati Uniti, Canada, Giappone, Australia fino ad arrivare in Italia come soluzione e reazione alla crisi recrudescente, con un modello  basato su azioni a sostegno del cambiamento dei comportamenti e degli stili di vita, e che punta a rendere le persone la parte attiva del cambiamento sostenibile.

Uno dei vantaggi nel vivere nei cohosuing è la possibilità di condivedere spazi dedicati tra i quali il coworking, una sala eventi, l'area babysitting, l'area giochi per i bambini, la lavanderia ecologica, il barbecue ed altri ancora.