COHOUSING A BASSO IMPATTO AMBIENTALE “ECO-HOME - IL FRULLO”

Nova Habitat si basa sul principio di un innovativo modello economico ternario, al centro del quale pone l’Utente che valida i Processi, raccordati con la Visione di un edificio ecocompatibile , interpretato e strutturato in forza a una profonda rilettura del fabbisogno abitativo attualizzato e nel pieno rispetto della sostenibilità amministrativa, urbanistica e finanziaria.
Il Co-Housing non è un esercizio tecnico ma bensì culturale, e al fine di cristallizzare il cambiamento di questo paradigma, progettiamo e realizziamo con i nostri Partner, scenari in cui l'architettura ha un ruolo fondamentale nell'abilitare il desiderio delle persone a vivere in modo più sostenibile, sia come individui che come comunità.
Il nostro obbiettivo è portare a Castenaso un'alta qualità della vita, soluzioni architettoniche attraenti, incorporando strategie, strumenti e sistemi costruttivi all'avanguardia, pensati per assicurare benessere dell’uomo e dell’ambiente. Raggiungere questi obiettivi significa posizionare lo standard di vita a Castenaso come desiderabile, nel quale le scelte sostenibili non sono le decisioni migliori ma anche le più piacevoli.

La casa e l’abitare sono dimensioni fondamentali per la qualità della vita di ognuno di noi e lo sono ancora di più per le persone che affrontano una particolare fragilità, come chi sta cercando di riconquistare una piena, chi vuole sperimentare le proprie possibilità di vita indipendente (come persone con disabilità), o chi invece sta perdendo progressivamente la propria autosufficienza (una quota crescente di persone anziane) o ancora chi ha un’esigenza alloggiativa temporanea e vincoli di reddito (si pensi al fenomeno della migrazione sanitaria, ai lavoratori temporanei, ai separati...).
Offerta di alloggi adeguati ma anche di servizi flessibili e percorsi di accompagnamento a intensità variabile. Il luoghi che realizziamo sono contesti di produzione di welfare diverso (lontano dalla cultura dell’assistenzialismo), un luogo elettivo per costruire un solido sistema di partenariato tra pubblico e privato (impresa sociale/B-Corp), non dobbiamo fermarci a questi due poli: abbiamo infatti una terza risorsa che non dobbiamo trascurare: le persone e le comunità che abitano questi luoghi. Ecco che la rigenerazione urbana diviene un luogo dove costruire un partenariato a tre: c’è il pubblico, c’è il privato e c’è l’abitante che diventa soggetto attivo in quanto portatore di pratiche collaborative. Quindi l’abitante va visto come un elemento fondamentale di questo sistema, che è ternario e non binario. Questo permette anche di aprire la leva della rigenerazione urbana non solo alla risposta di domanda abitativa ma anche a una serie di fragilità che intorno alla casa si possono addensare (spazi e servizi collettivi).

La società Nova Habitat si è aggiudicato un bando pubblico con cui si impegna ad acquistare al prezzo di €............ il lotto di terreno N. 6 individuato nel PUA, espresso da un lotto fondiario di mq. 1676 di Su edificabile di proprietà comunale, ed individuato catastalmente rispettivamente al Foglio 26, Particelle 1023 e 1025, per una superficie complessiva di mq. 2.413,00 a destinazione di edilizia residenziale libera, con la possibilità, ai sensi degli articoli 1.6 e 2.6 delle Norme di Attua-zione del PUA di essere trasformati in ERS.

Nova Habitat presenta il primo Cohousing nel Comune di Castenaso e si trova in Via Giuseppe Impastato nel nuovo quartiere residenziale in fase di completamento. Co-housing il Frullo è l’esempio di come si possono coniugare la qualità dell’abitare con servizi innovativi, nel rispetto dell’ambiente a prezzi accessibili. L’intervento consiste nella realizzazione di due fabbricati per un totale di 29 appartamenti di diverso ta-glio e dimensioni, progettati su misura per massimizzare una qualità della vita in termini di comfort, piacevolezza, vivibilità e accessibilità … e naturalmente relazione tra vicini!
Al piano terra sono previsti, oltre ad alcune soluzioni abitative con giardino privato, 110 mq di spazi di comuni coperti dedicati al Cohousing, 40 mq di spazi comuni esterni coperti, cortili e giardini condominiali. Ci sarà spazio per una ampia sala poli-funzionale per eventi attrezzata con cucina, micronido, area giochi per bambini, In-ternet-Cafè, deposito bike, e tutto quello che i Cohouser desiderano.
Questo sarà un edificio contemporaneo, espressione dei requisiti cogenti attualizzati: gas-free, in classe energetica A, antisismico, realizzato con tecniche costruttive inno-vative e all'avanguardia al fine di perseguire nuovi standard di comfort e di salubrità indoor.
Per garantire agli aderenti al progetto la massima serenità per il raggiungimento dei loro obbiettivi, saranno affiancati da consulenza mirata dal “Credito Cooperativo di Castenaso”, banca di riferimento per le operazioni finanziarie.
La qualità della vita al Cohousing il Frullo, sarà il prodotto della sinergia tra il Con-dominio elettivo, dell’ottimo rapporto qualità-prezzo delle abitazioni e dell’attenzione alla progettazione mirata dell’edificio e dei luoghi, grazie alla collaborazione con partner accreditati di altissimo livello nell’ambito dell’interior design e della domotica.